Pages Menu
Categories Menu
Kyoto, giardini zen e templi d’oro da visitare

Kyoto, giardini zen e templi d’oro da visitare

Kyoto ,per chi è a digiuno di cultura giapponese,  ricorderà per prima cosa (e forse soltanto) il noto vertice ambientale delle Nazioni Unite che si concluse con la firma del protocollo (di Kyoto appunto). Lungi dall’essere soltanto questo, Kyoto dovrebbe anzi essere ricordata innanzitutto per essere sede di alcuni tra i siti turistici più belli e affascinanti del Giappone, il che ne fa, secondo l’Unesco, un patrimonio dell’umanità da custodire. Risparmiata dalle bombe durante la seconda guerra mondiale, custodisce intatto il centro storico dove potrete ammirare i Giardini Zen, per cui Kyoto è celebre in tutto il mondo. A Kyoto lo spettacolare giardino zen Ryoan-ji Recatevi in visita al giardino zen Ryoan-ji. Qui su un fondo di ghiaia bianca riposano quindici pietre, disposte in modo tale da non poter essere viste tutte insieme contemporaneamente. Le pietre visibili, da qualsiasi angolazione, sono sempre e soltanto quattordici. Soltanto una visione illuminata riuscirà a cogliere la quindicesima pietra. I giardini del castello Nijo-jo Se amate i giardini giapponesi certo non rimarrete delusi da quello del castello Nijo-jo....

Per saperne di più
Fuerteventura, le attrazioni che non puoi perderti

Fuerteventura, le attrazioni che non puoi perderti

Fuerteventura è l’isola più grande delle Canarie e sono davvero tante le cose da ammirare, dalla bellezze paesaggistiche, dalla fauna ai siti religiosi. Ecco cosa non perdersi in un viaggio mistico in questa stupenda isola, sono almeno 3 le attrazioni da non perdersi assolutamente. Fuerteventura e lo spettacolo paesaggistico del Parco Naturale di Jandia Il Parco Naturale di Jandia, situato nel comune di Pájara, a sud-ovest di Fuerteventura, rappresenta è uno dei siti che nessun visitatore può perdersi durante un viaggio nell’isola. Quest’area non è solo un rifugio per la fauna locale, ma è anche il luogo ideale per fare escursioni in compagnia di familiari o amici. Un’avventura che porterete a casa e nel cuore per lungo tempo, grazie anche ai 2500 ettari di bellezze paesaggistiche mozzafiato, fatte di aspri contrasti. Il paesaggio tipicamente dunale dell’Istmo della Pared è quasi celato dalle sabbie, che si arrestano a partire dalla Valle del Pecenescal, dove inizia un paesaggio dall’aspetto completamente diverso. Sul versante nord si distingue il Pico de la Zarza, il punto più elevato sul livello...

Per saperne di più
Emergenze e guasti ai veicoli, l’importanza degli accessori per ricambi auto

Emergenze e guasti ai veicoli, l’importanza degli accessori per ricambi auto

Gli accessori per ricambi auto , nonostante gli innumerevoli sacrifici per acquistare la macchina dei sogni, sembrano essere le spese che gli automobilisti effettuano di più, e che purtroppo non finiscono mai. Qualsiasi automobilista che si rispetti, infatti, deve premunirsi per acquistare dei ricambi d’auto da utilizzare nel momento in cui il veicolo possa avere bisogno di un qualche tipo di riparazione specifica. Evenienza che non è possibile prevedere col tempo, ovviamente, ma che proprio per questo motivo è fondamentale considerare con largo anticipo onde evitare brutte e sgradite sorprese dell’ultimo momento. Una soluzione ottimale a questo problema può essere quella di acquistare ricambi auto usati, in modo da abbattere un po’ i costi finali e aver comunque pronti all’uso all’interno della propria auto, per qualsiasi evenienza. Gli accessori per ricambi auto da portare sempre con se Alcuni accessori per ricambi auto usati che possono andare incontro a situazioni simili sono il liquido antigelo, le lampadine e le candele, per fare alcuni esempi conosciuti da tutti. Non è da...

Per saperne di più
Piatti tipici francesi. Dai croissant, ai formaggi accompagnati da buon vino

Piatti tipici francesi. Dai croissant, ai formaggi accompagnati da buon vino

I piatti tipici francesi regalano agli amanti del gusto una vasta scelta tra dolci , formaggi e ottimo vino. La raffinata cucina francese è sicuramente una delle più stimate e conosciute al mondo grazie al suo tocco, al suo sapore che l’hanno resa rinomata in tutto il mondo. L’attuale gastronomia francese è nata verso la fine del Medioevo per poi raffinarsi nel Seicento, nelle cucine del Palazzo di Versailles. Essa mostra molti tratti che potrebbero essere aderenti a quelli della cucina italiana, specialmente per quanto riguarda le disuguaglianze che si trovano tra le varie regioni. Può essere inoltre definita una cucina più mediterranea nella parte meridionale del paese mentre europea a nord di questo. La pasta, a differenza dell’ Italia non è prediletta infatti si fa uso di piatti unici a base di carne o pesce. I formaggi sono sicuramente immancabili e le salse ed i dolci sono sicuramente la punta di diamante della gastronomia francese. Il formaggio, l’ingrediente base dei piatti tipici francesi La Francia è terra di formaggi e vini, specialità...

Per saperne di più
Bagagli smarriti: ecco cosa fare in caso

Bagagli smarriti: ecco cosa fare in caso

Bagagli smarriti ? Non c’è modo peggiore che iniziare le vacanze attendendo inutilmente che il nastro trasportatore, una volta giunti all’aeroporto di destinazione, ci riconsegni i nostri bagagli, con le inevitabili perdite di tempo e pazienza che, purtroppo, questo non rarissimo inconveniente porta con sé. Come comportarsi, dunque, nel caso in cui vengano smarrite le nostre valigie? A chi dobbiamo rivolgerci? Come si può chiedere un rimborso? Cosa fare appena smarrito i bagagli Innanzitutto non bisogna perdere la calma, poiché nella maggioranza dei casi i bagagli vengono ritrovati nel giro di 24 ore, e sono piuttosto infrequenti le situazioni in cui dovremo attendere per più di tre giorni. Prima di allontanarsi dall’aeroporto, comunque, la prima cosa da fare è quella di rivolgersi all’ufficio oggetti smarriti (Lost & Found) portando con sé il biglietto aereo e lo scontrino della valigia persa per fare la denuncia. Qui andrà compilato un apposito modulo (il PIR – Property Irregular Report) nel quale si dovrà descrivere nel modo più accurato possibile il bagaglio perduto,...

Per saperne di più
Assisi: ecco cosa vedere

Assisi: ecco cosa vedere

Assisi è una delle città più conosciute ed amate dell”Umbria, meta prediletta da molti pellegrini e città natale di San Francesco e Santa Chiara. La città moderna è nata senza scalfire la costruzione della città antica, una sequenza di stradine unisce le varie piazze collocate su livelli dissimili e conservatori di tutta la storia della città. Sono diverse le bellezze da visitare ad Assisi. La Basilica di San Francesco Il simbolo di Assisi è la famosa Basilica di San Francesco, uno dei santuari più onorati della cristianità. Eretto nel 1228, due anni più tardi la morte del Santo ed è composta da due chiese sovrapposte. Ai lati della Basilica si intravedono dei rinforzi architettonici ed archi rampanti su mastodontiche costruzioni cilindriche di supporto del corpo architettonico. Gli affreschi all”interno sono un opera eccellente della pittura del 300. Alla Basilica Superiore si accede dal Chiostro essente di proprietà dell”annesso convento. La Chiesa di Santa Chiara Chiesa di Santa Chiara costruita tra il 1257 ed il 1265 al posto della originaria chiesetta di S.Giorgio...

Per saperne di più
Profumo vaniglia del circuito nord Madagascar, Antalaha

Profumo vaniglia del circuito nord Madagascar, Antalaha

Localizzata sulla costa nord del Madagascar, a 100 km a sud di Sambava, Antalaha è la seconda città della regione SAVA. Capitale mondiale della vaniglia, si tratta di un vecchio villaggio di pescatori trasformatosi in una città molto evoluta grazie alle sue ricchezze naturali. Oggi, la città ha sviluppato numerose infrastrutture turistiche per accogliere i visitatori in viaggio nell’isola del Madagascar. La bella città di Antalaha Vi si censiscono circa 37000 abitanti. Quest’ultimi sono composti principalmente da pescatori, da artigiani e da agricoltori. Antalaha mette a disposizione un grande mercato, numerosi complessi alberghieri, bar e ristoranti, a discapito delle sue piccole dimensioni. Le vie sono dominate dalle palme da cocco e molte case hanno conservato il loro marchio coloniale. Essendo Antalaha il crocevia della produzione della vaniglia, essa rappresenta un punto centrale della raccolta del baccello soprannominato « l’oro verde del Madagascar ». Quest’ultimo rappresenta una considerevole fonte di guadagno per la regione. La città ospita anche dei cantieri di fabbricazione di sambuco, una barca tradizionale in legno che...

Per saperne di più
Le Vacanze di Natale a Riccione

Le Vacanze di Natale a Riccione

Riccione, splendida località della riviera romagnola, è nota soprattutto come meta estiva. Ciò non significa che non possa essere scelta come destinazione anche nel periodo invernale. La costa romagnola è ricca di appuntamenti interessanti per tutte le festività natalizie e ovviamente per il Capodanno. Il mese di dicembre, complici le feste di Natale, offre un calendario molto ricco a Riccione. C’è da approfittarne soprattutto perché in questo periodo dell’anno i prezzi degli hotel sono decisamente convenienti. Gli hotel Riccione 4 stelle offrono pacchetti speciali per ogni tipo di esigenza, comprendenti cenoni di Natale e di Capodanno. Già a partire dalla fine di novembre 2016 Riccione si prepara alle feste con il suggestivo Villaggio di Natale. Viale Ceccarini si tingerà di decorazioni e luci natalizie in bianco, come scelto per il tema di questo Natale. Tutte le luminarie saranno dunque glaciali, per ricreare uno splendido effetto neve e ghiaccio. Di fronte al Porto di Riccione sarà eretto il Grande Albero di Natale, luogo prediletto dagli innamorati, ma apprezzato da tutti....

Per saperne di più
Un capodanno in montagna, ma dove?

Un capodanno in montagna, ma dove?

Il 31 dicembre non è un giorno come tutti gli altri, questo è un dato di fatto. Si dice addio all’anno passato e si saluta il nuovo, sperando che sia ancora migliore e che possa portarci delle soddisfazioni ancora più grandi. Ma dove fare capodanno? Quale, tra le tante località della montagna italiana, scegliere per poter vivere alla grande la notte più lunga dell’anno? La Val Gardena è una scelta eccellente; qui i festeggiamenti cominciano già dal 28 dicembre presso lo Stadio del Ghiaccio di Pranives, dove ci saranno Carolina Kostner e altri altleti del mondo dello sci italiano. Come ogni anno ci sarà la classica fiaccolata in Ortisei, a partire dalle 18.15, che da il “la” alla festa all’aperto che unisce tutti i paesi di questa incantevole valle: Ortisei a partire dalle 19, la Selva Gardena dalle 20 e il paesino di Santa Cristina dalle 21. Per spostarsi da una cittadina all’altra sarà possibile salire a bordo di un bus notturno apposito, in funzione fino alle 4.30 del...

Per saperne di più
Cattolica, la Regina delle meraviglie fra terra, mare, cultura e storia

Cattolica, la Regina delle meraviglie fra terra, mare, cultura e storia

Un turismo fra terra e mare, diviso idealmente da una lunga striscia di sabbia dorata e finissima. Apprezzata per le fantastiche spiagge, che si tuffano in un mare dall’azzurro intenso, Cattolica, indiscussa Regina dell’Adriatico, è in grado di offrire un’esperienza unica e sfaccettata. Mille sfumature che tracciano una realtà tutta da scoprire a partire dagli stabilimenti balneari, attrezzati di tutto punto all’insegna del comfort, per proseguire con i locali alla moda, la movida, il divertimento e gli svaghi, una garanzia per tutte le categorie di turisti e le fasce d’età. Il desiderio di andare oltre permette al turista di scoprire una cittadina ricca di storia, cultura, arte, bellezza, il tutto impreziosito da un impalpabile alone di mistero, che avvolge soprattutto l’incantevole entroterra dove storia e leggenda si intrecciano sapientemente. Offerta turistica La città, elegante e raffinata, offre il meglio di se nel periodo che va dalla primavera alla fine di ottobre, toccando il picco in estate. Ma per chi non disdegna il mare d’inverno Cattolica si presenta nella sua...

Per saperne di più
Pagina 1 di 512345