Pages Menu
Categories Menu

Un capodanno in montagna, ma dove?

val gardenaIl 31 dicembre non è un giorno come tutti gli altri, questo è un dato di fatto. Si dice addio all’anno passato e si saluta il nuovo, sperando che sia ancora migliore e che possa portarci delle soddisfazioni ancora più grandi. Ma dove fare capodanno? Quale, tra le tante località della montagna italiana, scegliere per poter vivere alla grande la notte più lunga dell’anno?

La Val Gardena è una scelta eccellente; qui i festeggiamenti cominciano già dal 28 dicembre presso lo Stadio del Ghiaccio di Pranives, dove ci saranno Carolina Kostner e altri altleti del mondo dello sci italiano. Come ogni anno ci sarà la classica fiaccolata in Ortisei, a partire dalle 18.15, che da il “la” alla festa all’aperto che unisce tutti i paesi di questa incantevole valle: Ortisei a partire dalle 19, la Selva Gardena dalle 20 e il paesino di Santa Cristina dalle 21. Per spostarsi da una cittadina all’altra sarà possibile salire a bordo di un bus notturno apposito, in funzione fino alle 4.30 del mattino.

Poi, il 1° gennaio alle 21.30 ci sarà la classica fiaccolata di Capodanno. Vai qui per saperne di più sul capodanno in Val Gardena.

Passiamo ora a Bormio, una delle cittadine più incantevoli dell’Alta Valtellina. Qui sarà possibile passare un capodanno sulla neve, ma anche decidere di viverlo in maniera diversa alle terme, o perché no prendendo l’auto e andando fino a Livigno (30 minuti di distanza), cittadina nota anche come “il Piccolo Tibet”. Numerose offerte in termini di appartamenti e hotel, qui maggiori informazioni sul capodanno 2017 a Bormio.

Perché non andare in Trentino, in mezzo alla neve, per festeggiare il capodanno magari in un rifugio? Vivere le montagne del Trentino è un’occasione unica per fare un viaggio diverso dal solito, tra i sapori di questa terra, la tranquillità di un rifugio di alta montagna e la dolcezza di un evento che è perfetto per due. Il cenone di capodanno sarà fatto gustando la polenta con i funghi, il formaggio alla piastra, la selvaggina, oltre che i salumi ed i formaggi tipici, per chiudere poi con la grappa, come da tradizione.

Il 1° gennaio, poi, una ciaspolata non dovrebbe mai mancare. Tra le migliori località di questa regione italiana troviamo la Val Di Non, qui maggiori informazioni per il capodanno.

Idee per un capodanno in montagna all’estero? Immancabili sono Austria e Svizzera: nel primo caso sono da non perdere le esperienze dei mercatini di Innsbruck, nel secondo il capodanno itinerante sul Glacier Express, il treno rapido più lento al mondo, che collega Zermatt e St. Moritz in 7 lunghe ore di divertimento, gioia e magia.

Comments

Comments