Pages Menu
Rss
Categories Menu

Pubblicato da il 05/08/2016 in Notizie | 0 commenti

Tutti i documenti necessari per il vostro matrimonio

matrimonioFinalmente il grande giorno è arrivato, dopo anni di convivenza il vostro lui vi ha chiesto di sposarvi! Passata la fase di gioia incontrollabile e di euforia, in cui tutto ciò a cui riuscite a pensare è l’abito da mettere e dirlo a tutte le vostre amiche, è importante pensare ad organizzare il matrimonio. prima ancora di scegliere la location per il ricevimento o il tema del matrimonio dovrete però assicurarvi di avere tutte le informazioni necessarie per procedere alla fase burocratica (e decisamente meno piacevole!) delle vostre nozze.

Sia che scegliate di sposarvi in chiesa o che preferiate il rito civile, è richiesta la presentazione di una certa lista di moduli e documenti da compilare e consegnare. Per fortuna, rispetto a qualche tempo fa l’iter burocratico legato alla celebrazione di un matrimonio è stato snellito fortemente ed il numero di documenti previsti si è ridotto almeno di un poco. È importante ricordare che, anche se ci si sposa in chiesa, alcuni documenti richiesti dal Comune devono essere consegnati obbligatoriamente in ogni caso, pena il non riconoscimento ufficiale della cerimonia agli occhi dello Stato Italiano.

Una buona strategia è quella di iniziare a raccogliere informazioni (presso gli uffici del Comune e con il parroco) per iniziare ad avviare le procedure burocratiche. Generalmente l’iter richiede circa tre mesi (nei casi più complessi o spigolosi si può arrivare perfino a sei mesi) e tali documenti hanno una validità di sei mesi. Ovviamente, nei centri più piccoli le procedure saranno più snelle e si eviteranno lunghe liste di attesa e ritardi burocratici. Createvi una lista di documenti da preparare con relative scadenze sul calendario e procuratevi una cartellina per raccogliere i vari fogli che dovrete conservare.

Di seguito cercheremo di fornirvi una breve guida relativa alla documentazione da consegnare sia in Comune che in chiesa, raccomandandovi però di consultare sempre le istituzioni di competenza e i loro siti aggiornati frequentemente.

Matrimonio con rito cattolico

Se avete intenzione di sposarvi in chiesa è bene partire dai documenti richiesti dal vostro parroco. Fatevi spiegare direttamente da lui, presentatevi in chiesa e con l’occasione chiarite insieme i elementi fondamentali del vostro matrimonio, come la data e il corso prematrimoniale. In generale, presso la vostra parrocchia (se diversa dalla chiesa in cui vi sposerete) dovrete richiedere il vostro certificato di battesimo e di cresima e, nel caso si provenga da una Diocesi differente, il certificato di Stato Libero Ecclesiastico.

Una volta frequentato il corso prematrimoniale e ottenuto l’Attestato di Frequenza del Corso Patrimoniale, il parroco rilascia il suo Consenso Religioso (ovvero il suo consenso alle nozze) e per otto giorni (da una domenica all’altra) verranno affisse le pubblicazioni religiosepresso le parrocchie dei due sposi e, se diversa, presso quella in cui la coppia intende sposarsi. Scaduto il termine degli otto giorni il parroco rilascerà il certificato di avvenuta pubblicazione con cui presentarsi in Comune per richiedere l’avvio delle pratiche civili per la pubblicazione (a partire da questo punto le procedure civili sono le stesse).

Matrimonio con rito civile

Per richiedere le Pubblicazioni di Matrimonio presso gli Uffici di Matrimonio di stato civile del Municipio di residenza, è innanzitutto necessaria la compilazione e sottoscrizione dei documenti di Autocertificazione. L’autocertificazione viene consegnata ai funzionari comunali, i quali si occuperanno di verificare la veridicità di quanto dichiarato. A questo proposito è obbligatorio presentarsi presso i loro uffici muniti di Carta d’Identità valida, Atto di Nascita (da richiedere presso il Comune di Residenza) ed il Certificato Contestuale (che comprende residenza, stato libero e cittadinanza).

Una volta conclusi i controlli di routine, i funzionari comunali provvederanno a contattare direttamente i futuri sposi (in termine tecnico-notarile si chiamano nubendi) per comunicare loro la data per la firma del verbale di pubblicazioni (giuramento) e quel giorno i nubendi dovranno presentarsi muniti di documento valido e pronunciano le loro promesse di matrimonio. Si tratta di una procedura ufficiale tramite la quale il Comune registra la reciproca volontà degli sposi ad unirsi in matrimonio.

A questo punto il Comune espone le pubblicazioni, che verranno esposte per 8 giorni alla Porta della Casa Comunale dei comuni di residenza di entrambi i promessi sposi. Se entro tre giorni dopo il termine delle pubblicazioni non è stata avanzata nessuna opposizione in merito alle nozze, l’Ufficiale di Stato Civilerilascia il “nullaosta” al matrimonio e la coppia potrà celebrare le proprie nozze entro 180 giorni dalla scadenza della pubblicazione.

Fonte: datanozze – matrimonio perfetto

Comments

Comments