Pages Menu
Categories Menu

Le uova: alimento completo e non dannoso

Nelle diete e nei piani alimentari forniti e consigliati da molti dietologi e medici per diversi anni bandivano un po’ l’uso delle uova. Erano per molti considerati pesanti e dannose per la salute e il benessere fisico. Addirittura per chi era affetto da colesterolo doveva assolutamente evitare o ridurre al minimo l’ingerimento di cibo complessi al cui interno c’erano delle uova. Fortunatamente da qualche anno a questa parte le conoscenze sono state ulteriormente approfondite e le uova vengono riconosciute come alimento completo, da utilizzare con moderazione. Esse sono ricche di quelle che vengono annoverate le Proteine Nobili, ossia contenenti aminoacidi, vitamine A, D ed E utili alla pelle e alla sua elasticità, vitamina B9 e colina coadiuvante della memoria ed altro ancora. Inoltre sono così ricche di sali minerali che donano a chi le mangia un vero stato di benessere, perché il calcio, il ferro e il potassio che contengono contribuiscono a tutto questo. Ed inoltre non va sottovalutato un altro aspetto, ossia il basso apporto calorico, un uovo contiene all’incirca 70 calorie, quindi tranquillamente lo si può mangiare abbinato a delle verdure o altri alimenti sani.

Un noto nutrizionista ha dichiarato che le uova fanno bene l’importante che, come in tutte le cose, non ci sia un abuso, se consumate a basse dosi diventano un elemento importante per le cellule del nostro sistema nervoso e per la membrana cellulare. Se invece vengono ingerite in eccesso favoriscono l’ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni, impedendo in questo caso la circolazione del sangue e contribuendo alla comparsa di malattie cardiovascolari come ictus o l’infarto. Per tale motivo gli alimenti che le contengono non vanno mai mangiati in grandi quantitativi, si consiglia appunto di assumerne un massimo di tre a settimana.

Un altro utile suggerimento è quello di consumarle ben cotte non crude, il perché è molto semplice, le uova crude o poco cotte possono portare infezioni alimentari che tendono poi ad indebolire l’organismo, un esempio ne è la salmonellosi che provoca nausea, diarrea e vomito che poi sfocia in patologie ancora più gravi.

Proprio per il loro valore nutrizionale possono tranquillamente sostituire carne e pesce, molti le consigliano a colazione, come gli anglosassoni, così abitane ad una bella spremuta di frutta e una fettina di pane si arriva a pranzo meno affamati e desiderosi più di un alimento leggero che altro.

Comments

Comments