Pages Menu
Rss
Categories Menu

Pubblicato da il 03/04/2017 in Economia e Finanza | 0 commenti

Bande di Bollinger, da John alla conquista dei trader

Tra le principali difficoltà del trading online è riuscire a capire quando è il momento di entrare e quanto è il caso di uscire dal mercato. Per questo ci vengono in aiuto le bande di Bollinger che ci aiutano a determinare il momento giusto per ogni operazione di investimento.

Cosa sono le bande di Bollinger

Le bande di Bollinger o Bollinger bands vengono intese come degli indicatori per specifiche analisi e l’individuazione di strategie. Queste sono utilizzate da tutti i trader, non solo quindi per il trading online. Attraverso i grafici prodotti con le bande di Bolling, gli esperti cercano di fare una previsione delle variazioni dei prezzi su un dato investimento. Dall’andamento delle linee del grafico si potrà capire se l’oggetto dell’investimento è iper-comprato o iper-venduto. Nel primo caso la banda va troppo fuori i limiti della media sforando nella parte alta del grafico e vuol dire che il prezzo è aumentato molto velocemente. Nel secondo caso la banda sfora verso il basso e dunque è sinonimo di una diminuzione del prezzo troppo veloce. Sono questi i segnali principali da valutare per gli investimenti con risultati positivi. Prevedendo la variazione dei prezzi, le bande di Bollinger permettono di ridisegnare le azioni di negoziazione.

Come usare le Bollinger bands

Le bande di Bollinger vengono utilizzare per guadagnare nel forex e nelle azioni, ma anche con le opzioni binarie specie se a 60 secondi. Riuscire a interpretarle permetterà ai trader di avere un indicatore semplice e intuitivo da sfruttare per attivare gli investimenti. Oltre a diversi tutorial online, sul mercato sono a disposizione diverse pubblicazioni che permettono di addentrarsi in questo mondo. Tra le guide più complete si segnala il libro di John Bollinger “Il Trading con le bande di Bollinger”, scritto proprio dall’ideatore di questo strumento. Sullo stesso argomento sono le brevi pubblicazioni di Glenn Wilson “Bollinger Band Trading” e quello di Thomas Cartes “Bollinger Band Trading System”, ma sono scritti in inglese.

Perché usare per il trading

Insomma le bande ideate da John Bollinger sono un elemento fondamentale per il trading, ma non l’unico strumento. Nonostante questo, le Bollinger bands sono sempre più accreditate dagli addetti ai lavori. I motivi? Riescono a concentrare la maggior parte dei prezzi, sono un utile indicatore di volatilità indicando, permette l’individuazione degli andamenti e capire quando arrivano i segnali di continuazione o d’inversione della tendenza. Da tener presente, infine, che le bande di Bollinger abbinate agli strumenti e segnali per il trading incidono maggiormente sulla buona riuscita degli investimenti.

Comments

Comments