Pages Menu
Categories Menu
Piatti tipici francesi. Dai croissant, ai formaggi accompagnati da buon vino

Piatti tipici francesi. Dai croissant, ai formaggi accompagnati da buon vino

I piatti tipici francesi regalano agli amanti del gusto una vasta scelta tra dolci , formaggi e ottimo vino. La raffinata cucina francese è sicuramente una delle più stimate e conosciute al mondo grazie al suo tocco, al suo sapore che l’hanno resa rinomata in tutto il mondo. L’attuale gastronomia francese è nata verso la fine del Medioevo per poi raffinarsi nel Seicento, nelle cucine del Palazzo di Versailles. Essa mostra molti tratti che potrebbero essere aderenti a quelli della cucina italiana, specialmente per quanto riguarda le disuguaglianze che si trovano tra le varie regioni. Può essere inoltre definita una cucina più mediterranea nella parte meridionale del paese mentre europea a nord di questo. La pasta, a differenza dell’ Italia non è prediletta infatti si fa uso di piatti unici a base di carne o pesce. I formaggi sono sicuramente immancabili e le salse ed i dolci sono sicuramente la punta di diamante della gastronomia francese. Il formaggio, l’ingrediente base dei piatti tipici francesi La Francia è terra di formaggi e vini, specialità...

Per saperne di più
Riconoscere un pesce fresco

Riconoscere un pesce fresco

Riconoscere il pesce fresco è sempre molto difficile, qualcuno sicuramente è stato ingannato almeno una volta perché non è riuscito a capire se si trattava di un alimento scongelato o recentemente pescato. Solitamente i pescivendoli tendono a disinfettare con ammoniaca il pesce per poterlo conservare per più tempo ed anche per mantenerlo in colori brillanti, è inutile dire che questo inganna e spesso quando si compra questo alimento pensando che sia fresco non è proprio così. Per questo motivo moltissimi piatti diventano di seconda scelta, proprio per la qualità degli alimenti. Proprio per questo motivo vogliamo darvi alcuni consigli per aiutarvi a riconoscere un pesce fresco e preparare dei piatti gustosi con alimenti di prima qualità. Vi consigliamo di consultare un buon sito sulle ricette. Riconoscere un pesce fresco La prima cosa da fare per vedere se l’alimento è fresco è odorarlo, se odora a mare e salsedine allora è veramente fresco, se è invece poco gradevole allora c’è qualcosa che non va. Attenzione a capire se il profumo...

Per saperne di più
Ricette vegan: insalata di farro o insalata esotica

Ricette vegan: insalata di farro o insalata esotica

La bella stagione è già entrata nel vivo da diversi giorni, afa e umidità ci sta mettendo alle strette ma soprattutto ormai non c’è più tempo per prepararsi alla prova costume quindi un’alimentazione sana ma soprattutto fresca e nutriente è la componente ideale a combattere la ritenzione idrica e il caldo soffocante, motivo per cui i piatti freddi per la stagione estiva sono i prediletti da molti. Mangiare sano spesso è sinonimo di verdure tristi e zuppe corpulente, la stagione estiva con la sua varietà di verdura e frutta risulta essere la cura migliore per il nostro benessere non solo del corpo ma anche della mente, dato che i colori intensi sicuramente arricchiranno di gusto e allegria i nostri piatti, al via quindi alle gustose ricette vegan. Diverse sono le ricette vegan  che possono soddisfare il nostro appetito in primis le insalatone che possono essere condite con diverse verdure, nelle versioni esotiche addirittura si possono utilizzare particolari frutti, vi elenchiamo alcune ricette interessanti fresche e colorate, oltre che semplici da...

Per saperne di più
Disturbi del comportamento alimentare

Disturbi del comportamento alimentare

I disturbi del comportamento alimentare, noti anche come disturbi alimentari psicogeni, rientrano tra i problemi che riguardano il rapporto tra una persona e il cibo: essi vengono affrontati in ambito endocrinologico e in ambito gastroenterologico, ma soprattutto in ambito psicologico e psichiatrico. Sono diversi i disturbi del comportamento alimentare che si possono riscontrare: oltre al più conosciuto, cioè l’anoressia nervosa, si segnalano anche il picacismo, l’obesità, il disturbo da alimentazione incontrollata e la bulimia nervosa. Occorre mettere in evidenza che questo tipo di disturbi è molto più diffuso di quel che si possa credere, anche perché sono molti i soggetti colpiti che non vogliono ammettere di essere malati e di conseguenza non possono essere curati. Poiché i costumi della società moderna hanno determinato comportamenti connessi al cibo differenti rispetto al passato, queste situazioni patologiche sono molto più frequenti rispetto a poche decine di anni fa; inoltre, si riscontra una prevalenza nettamente superiore nei Paesi industrializzati piuttosto che nei Paesi in via di sviluppo. Entrando nello specifico, il picacismo è un disturbo, noto...

Per saperne di più
Quando anche nel cibo si cambia il modo di fare business

Quando anche nel cibo si cambia il modo di fare business

Il cibo oggi non sembra più soltanto cibo. Infatti se nel secolo scorso l’alimentazione ha fatto il proprio ingresso nell’economia attraverso la propria massiccia industrializzazione oggi sembra che vi sia un nuovo enorme cambiamento. Non è nemmeno una novità la pubblicizzazione del cibo, perché fin dai tempi di Carosello erano proprio i prodotti alimentari quelli ad essere maggiormente pubblicizzati, ma allora cosa sta cambiando? Il cibo è diventato una vera e propria moda, quasi un’ossessione. I social network sono pieni di foto di piatti e prodotti alimentari, i palinsesti televisivi ormai sono stati riempiti di seguitissimi programmi dedicati al 100% al cibo che spaziano da contest, gare, reality a veri e propri programmi di cucina. Una vera e propria ossessione che imperversa tra la gente in maniera trasversale senza differenza di età, sesso o classe sociale. Oggi la parola d’ordine sembra essere quella della genuinità ed un ritorno ad un altro tipo di cucina che metta di nuovo al centro i territori, i sapori e la tradizione. Basti pensare...

Per saperne di più
Imparare a leggere i marchi che garantiscono la qualità e la provenienza dei prodotti alimentari

Imparare a leggere i marchi che garantiscono la qualità e la provenienza dei prodotti alimentari

Spesso leggiamo le sigle che garantiscono la qualità e la provenienza dei prodotti alimentari, ma non sempre siamo in grado di comprenderle. Conoscere il significato di queste sigle può essere molto importante per orientarsi nell’acquisto di prodotti alimentari di qualità. Cerchiamo dunque di mettere un po’ di chiarezza e di orientarci nella giungla dei marchi di qualità per i prodotti alimentari Le sigle DOP e IGP vengono usate per proteggere e garantire la tipicità di questi prodotti. DOP significa infatti Denominazione di Origine protetta, ed estende la tutela del marchio DOC (Denominazione di Origine Controllata) a tutto il territorio europeo e tramite gli accordi GATT anche al di fuori dell’Europa. Il marchio DOP garantisce che sono state rispettate tutte le caratteristiche tipiche necessarie per la produzione di un prodotto di una determinata regione o paese. Queste caratteristiche spesso sono infatti legate all’area geografica di provenienza, e possono interessare fattori naturali (territorio, clima, terreno,etc) ed umane (tradizioni, tecniche di produzione etc). Affinché un alimento sia DOP è dunque necessario che...

Per saperne di più

Le uova: alimento completo e non dannoso

Nelle diete e nei piani alimentari forniti e consigliati da molti dietologi e medici per diversi anni bandivano un po’ l’uso delle uova. Erano per molti considerati pesanti e dannose per la salute e il benessere fisico. Addirittura per chi era affetto da colesterolo doveva assolutamente evitare o ridurre al minimo l’ingerimento di cibo complessi al cui interno c’erano delle uova. Fortunatamente da qualche anno a questa parte le conoscenze sono state ulteriormente approfondite e le uova vengono riconosciute come alimento completo, da utilizzare con moderazione. Esse sono ricche di quelle che vengono annoverate le Proteine Nobili, ossia contenenti aminoacidi, vitamine A, D ed E utili alla pelle e alla sua elasticità, vitamina B9 e colina coadiuvante della memoria ed altro ancora. Inoltre sono così ricche di sali minerali che donano a chi le mangia un vero stato di benessere, perché il calcio, il ferro e il potassio che contengono contribuiscono a tutto questo. Ed inoltre non va sottovalutato un altro aspetto, ossia il basso apporto calorico, un uovo...

Per saperne di più

Perchè scegliere i formaggi leggeri

 Uno degli alimenti amati sia dalle donne che dagli uomini è il formaggio. E tutti anche sappiamo che ci sono dei formaggi gustosissimi ma allo stresso tempo super calorici che non di certo ci aiutano a rimanere snelli e in forma. Tra l’altro quando si consumano questi alimenti di solito li si accompagna con del pane bianco, del buon vino e magari con qualche salume nostrano. E da qui le calorie impennano. Però come ci rassicurano un po’ di nutrizionisti, ci sono anche quelli light. Questi sono meno calorici e meno grassi e possono essere mangiati con meno sensi di colpa. Certamente il sapore differisce un po’, ma comunque sono lo stesso un’ottima pietanza. C’è da fare una chiarificazione, una cosa sono i formaggi magri e un’altra sono quelli light. Per magri si intende quelli che hanno un apporto di grasso pari al 20% e tra questi ci sono la ricotta e tutti quelli lavorati con il latte parzialmente scremato, quelli light invece contengono il 12% di grasso. Fate...

Per saperne di più